Gli affari con le droghe nel nostro paese nel 2016 (focus)


Nel 2016, al primo marzo u.s., forze di polizia e dogane hanno sequestrato su tutto il territorio nazionale oltre 8 ton. di stupefacenti di cui 1,2t di cocaina, oltre 5t di hashish, 1,6t di marijuana e 64 kg di eroina (dati elaborati il 10 marzo dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga- Dipartimento della Pubblica Sicurezza). Solo nel mese di febbraio gli stupefacenti intercettati sono stati poco più di 5460kg in prevalenza hashish (4.295kg) droga che continua ad essere, con la marijuana, quella più consumata.

I maggiori sequestri di hashish di febbraio si sono avuti sulla piazza milanese (1.196kg) e napoletana (1.629kg) mentre a Bari si è registrato il più consistente sequestro di marijuana con 532kg e di eroina con oltre 15kg. Il primato nei sequestri del mese di cocaina spetta a Savona con 113kg seguita da Reggio Calabria (49kg), Roma (19kg), Brescia (16kg), Milano (9kg), Palermo (7kg).

Continua la semina di piante di cannabis in “casa” in molte zone, con Roma e Torino che hanno registrato il maggior numero di sequestri del mese, rispettivamente con 386 3 315 piantine. I 2,430kg di amfetaminici sequestrati e le 695 pasticche di ecstasy ( 599 solo a Verona), evidenziano un mercato delle droghe sintetiche sempre “vivace”. Aumentate a febbraio le operazioni antidroga (1.647) con 2.407 persone denunciate per traffico e spaccio e di queste 1.843 arrestate in flagranza di reato o in esecuzione di provvedimenti della magistratura. 1.614 gli stranieri denunciati dal’inizio dell’anno per delitti collegati alle droghe sul totale di 4.338 persone.

Sul mercato veneto, Verona con 116,703kg di droghe complessivamente sequestrate a febbraio è in cima alla graduatoria seguita da Venezia e Vicenza, rispettivamente con 3,7kg e da Padova con 1,106kg.  Per tutte le province ( esclusa Rovigo dove i sequestri hanno riguardato solo 11grammi di eroina) il grosso dei sequestri ha riguardato hashish e marijuana che si confermano le droghe più richieste.

Insomma, il consumo delle droghe continua ad essere una delle (tante) serie emergenze di questo nostro strampalato paese il cui Pil è cresciuto nel 2015 dello zero virgola grazie anche al commercio degli stupefacenti (  insieme al contrabbando delle sigarette e alla prostituzione). Con particolare soddisfazione di trafficanti, spacciatori, contrabbandieri e lenoni.

di Piero Innocenti
(Dirigente generale della Polizia di Stato a riposo, Questore in alcune importanti città italiane ha avuto una pluriennale esperienza nella Direzione Centrale per i Servizi Antidroga svolgendo anche servizio in Colombia come esperto).