(Flash) – “Supermarket Italia” della cannabis


Piante di cannabis che spuntano un po’ dappertutto , in cantina, sui terrazzi di appartamenti, nei giardini interni, sotto i tetti, in camera da letto. Insomma, in molte città, sta divampando la moda del “fai da te” con la marijuana preparata tra le mura domestiche per consumo personale o per essere venduta. A novembre, il “primato” dei sequestri di piantine è spettato alla provincia di Catanzaro dove le forze di polizia ne hanno sequestrate 1.509, seguita da Reggio Emilia con 771 e il consistente sequestro, a livello nazionale, di quasi due tonnellate di marijuana. Dall’inizio dell’anno siamo ormai a più di 125mila piante complessivamente ma, è noto, si tratta solo di una piccolissima parte delle colture illecite che si sono andate sviluppando negli ultimi anni in molte città e paesi. Di certo sono già state superate le 121.659 piantine sequestrate nel 2014 (il picco decennale dei sequestri, lo ricordiamo, ci fu nel 2012 con 4.122.619 piante). Volendo tracciare il riepilogo ( provvisorio) sui dati del 2015 al primo dicembre (elaborati dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga – Dipartimento della Pubblica Sicurezza), l’attività antidroga ha portato al sequestro di circa 64 tonnellate di stupefacenti di cui 58ton di cannabis ( 48ton di hashish e 10ton di marjiuana), 3,6ton di cocaina, quasi 660kg di eroina, 27,8kg. di amfetamine in polvere, 22mila pastiche e più di 8mila dosi di Lsd (da diversi anni non si era registrato un valore così elevato di questo allucinogeno). Una montagna di stupefacenti che va ad accatastarsi alle centinaia e centinaia di tonnellate sequestrate negli ultimi venti anni da un apparato di contrasto nazionale straordinariamente impegnativo, costoso che riesce, nonostante l’impegno, soltanto a scalfire quell’imponente e articolato sistema criminale che gestisce il narcotraffico. Le operazioni antidroga (17.096) si attesteranno anche alla fine del 2015 intorno alle 19mila unità in ulteriore diminuzione rispetto al 2014 quando furono 19.449 e già in flessione rispetto agli anni passati quando, mediamente, erano intorno alle 22mila operazioni annue. Nei sequestri di eroina è sempre Milano in pole position con 13,02kg, seguita da Roma con 10,80kg e Varese con 1,217kg, per un totale nelle tre province di circa 24kg ( a livello nazionale e sempre riferito al solo mese di novembre c.a. 32,843kg). Le persone segnalate alle varie Procure per traffico e spaccio sono state 23.966 dall’inizio del 2015 di cui 8.766 stranieri. In gran parte delle indagini svolte e in corso ricorre il fenomeno del cosiddetto politraffico a sottolineare che i narcotrafficanti non commercializzano più un solo “prodotto” ma dispongono di un “campionario” più assortito. Nel frattempo, un decreto del Ministero della Salute di pochi giorni fa, ha fissato le regole per l’utilizzo terapeutico della marijuana mentre in Parlamento è in fase di preliminare esame il progetto di legge sulla legalizzazione della cannabis.

di Piero Innocenti
(Dirigente generale della Polizia di Stato a riposo, Questore in alcune importanti città italiane ha avuto una pluriennale esperienza nella Direzione Centrale per i Servizi Antidroga svolgendo anche servizio in Colombia come esperto).