Sigarette, minori e donne incinte: nuovi limiti in auto e ai tabacchi


Conducente o altri terzi trasportati non potranno fumare in auto se, a bordo della vettura, sono presenti minori di 18 anni o donne in stato di gravidanza. E ciò varrà sia che il mezzo sia in sosta che in movimento. A rilevare, infatti, sarà il concetto di abitacolo “chiuso”, che così viene equiparato a qualsiasi altro pubblico locale. Con lo schema di decreto legislativo approvato ieri dal Consiglio dei ministri, l’Italia si adegua alla direttiva UE in materia di vendita di tabacco. Numerose le novità.
Oltre al divieto di fumo in auto per chiunque si stabilisce che chiunque venda prodotti del tabacco o sigarette elettroniche, o contenitori di liquido di ricarica, con presenza di nicotina o prodotti del tabacco di nuova generazione, ha l’obbligo di chiedere all’acquirente l’esibizione di un documento di identità, tranne nei casi in cui la maggiore età dell’acquirente sia manifesta.

Sezione tratta dall’articolo originale pubblicato su www.laleggepertutti.it, prosegui la lettura tramite questo link.