La cura del Gioco d’Azzardo Patologico nei nuovi LEA 2016


Sono stati presentati ieri al Ministero della Salute dall’On. Beatrice Lorenzin tutte le novità dei nuovi LEA. Dalla revisione dei nomenclatori di protesi e prestazioni specialistiche, passando per l’aggiornamento dell’elenco delle malattie rare e quelle croniche. E poi ancora nuovi vaccini, screening neonatale, endometriosi, celiachia, autismo e le procreazioni medicalmente assistite. Il Ministro ha riferito testualmente: “Per quanto riguarda i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) abbiamo ricevuto il consenso informale del MEF e aspettiamo a ore una nota ufficiale. A quel punto il Decreto seguirà il suo iter verso la Conferenza Stato-Regioni e poi proseguirà per le Commissioni di Camera e Senato e così inizierà nuova stagione”. Nei nuovi LEA – ha proseguito la Lorenzin – segniamo un nuovo metodo di lavoro con le categorie coinvolte”. Inoltre questi LEA, una volta approvati: “permetteranno di erogare su tutto il territorio le stesse prestazioni già assicurate in alcune Regioni”.

Agli artt. 28 e 35 del Decreto tutte le novità riguardanti i LEA per l’assistenza sociosanitaria alle persone con dipendenze patologiche, che comprendono, finalmente, sia l’assistenza ambulatoriale che quella residenziale presso strutture del privato accreditato delle persone affette da Gioco d’Azzardo Patologico.

Da parte dei professionisti dei Servizi per le Dipendenze, un plauso a questa appropriata e decisiva novità assistenziale.